EREDITA'

0
0
0
s2smodern

“La trasmissione dell’eredità tra generazioni è uno dei grandi problemi della nostra società”, questa riflessione è stata estrapolata da un’ intervista rilasciata al quotidiano La Repubblica, pubblicata il 27 gennaio 2017, dal monaco Enzo Bianchi in occasione delle sue dimissione da priore della Comunità di Bose, da lui fondata. Il dialogo tra le generazioni è spesso difficile e complesso, poiché richiede ascolto reciproco e quindi disponibilità a comprendere quanto l’altro abbia da dire e comunicare. L’eredità culturale, politica, economica, esperienziale, non nasce dal nulla, ma è frutto di un lavoro di generazioni, è un lascito di cui non se ne capirà mai a sufficienza il valore.

La possibilità che l’eredità possa essere dissipata è una preoccupazione che esprime Enzo Bianchi e che indica come possibile resistenza, da parte degli over, a lasciare ai giovani il testimone. D’altra parte, il testimone dovrebbe essere atteso da chi, come in una gara olimpica, si protende verso ciò che arriva, ma con lo sguardo al futuro per correre a sua volta verso un’altra staffetta. Ciò che manca, forse, è la fiducia tra chi cede il testimone e chi lo afferra nel reciproco timore che i tempi non siano maturi? La preparazione della consegna dell’eredità dovrebbe essere predisposta negli anni precedenti, nella consapevolezza che il momento arriverà e solo così i timori possono essere superati, anzi sarebbe importante che ci fosse una fase di transizione in cui la vecchia e la nuova generazione possano convivere per condividere le paure e risolverle insieme. Nella staffetta, in fondo, c’è una frazione di secondo in cui entrambi gli atleti reggono il testimone prima che uno lo lasci definitivamente e l’altro lo afferri saldamente, ecco sarebbe auspicabile che qualunque eredità preveda quel passaggio prezioso in cui il vecchio e il nuovo siano impegnati nel sostenere e, quindi, nel ponderare consapevolmente quanto sta accadendo, nel rispetto del patrimonio che viene dal passato, ma che solo nel presente se ne può garantire il futuro.
Sira Sebastianelli
psicologa-psicoterapeuta

1 febbraio 2017

EDITORE

EURONET COMUNICAZIONE s.r.l. Con Amministratore Unico
65 PER RICOMINCIARE - Settimanale online di informazione
Autorizzazione Tribunale di Roma n° 88/2014 del 24/04/2014
Direttore Responsabile – Anita D'Asaro
Copyright © 2015 www.65perricominciare.it
Tutti i diritti riservati

CONTATTI

Viale B. Buozzi 102
00197 Roma (RM) Italia

+39.06.32110096

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

POWERED BY

Open Consulting