Grumes. La più piccola Cittàslow d’Italia.

acb4fb3f1d621af608df15b5c748b8a1_w300_h300.gif
0
0
0
s2sdefault

Cittaslow, ovvero la rete internazionale delle Città del buon vivere, nasce a Orvieto nel 1999 con l’intento di mettere al centro le piccole comunità e utilizzare positivamente internet facendo rete. Questo vuol dire scambiare esperienze, cultura, materiale, buone pratiche, progetti. Ma com’è una Cittaslow? E’ una città animata da uomini che apprezzano il tempo ritrovato, dove si vive seguendo il ritmo delle stagioni e si apprezzano piazze, teatri, botteghe, caffè, ristoranti, luoghi sacri e paesaggi incontaminati. E’ una città anche con delle pecche, ma che vuole preservare l’anima della propria comunità, scegliendo un futuro di qualità e di attenzione verso la Terra Madre. Le Cittàslow seguono i principi di sostenibilità per promuovere le comunità del cibo, dell’artigianato locale, dei luoghi e delle persone rispettose della memoria.

Leggi tutto: Grumes. La più piccola Cittàslow d’Italia.

Contapassi

d010fa5a3987264dbc9891865a4c8dd1_w300_h300.JPG
0
0
0
s2sdefault

Passeggiare con il proprio cane fa bene alla salute e non solo!

Un pomeriggio ero al telefono con una mia amica e tra una chiacchera e a l’altra le chiedo: “Ora scendi con Krusty ?”. Risposta: “No, è a passeggio con papà, da quando si è scaricato il contapassi è sempre in giro col cane”. Incuriosita vado anche io nello Store del mio telefono e mi scarico questa applicazione gratuita, dopo di che me ne dimentico sino alla sera successiva nella quale mi arriva una notifica che mi informa che nel corso della giornata ho fatto ben 9.250 passi. L’obiettivo medio per mantenersi in forma ed in buona salute sono 10.000 al giorno.

Leggi tutto: Contapassi

Cambio d’abito

5536d78f172589dd7c7f4174408efa43_w300_h300.jpg
0
0
0
s2sdefault

In questo periodo dell’anno il cambio d’abito è necessario, il freddo si fa sentire e l’abbigliamento si fa più pesante. Nel cercare abiti più pesanti, inevitabilmente, si trovano indumenti dimenticati, non perché datati, ma perché non sono stati indossati frequentemente. Come mai? Se ci si ferma a riflettere, si noterà che oltre a scegliere abiti per le varie stagioni si scelgono abiti più in sintonia con il proprio umore e con la percezione del proprio corpo. Capita di sentire,mentre qualcuno indossa un capo d’abbigliamento, espressioni del tipo “non lo sento mio” oppure “non sono a mio agio”, proprio perché ciò che si indossa, riflette psicologicamente il momento che si vive.

Leggi tutto: Cambio d’abito

Medico Oculista... on line!

84bbcf92acc1d7ea7115de453e0e54f2_w300_h300.png
0
0
0
s2sdefault

Una delle potenzialità di Internet riguarda certamente la fruizione dei Servizi Sanitari: risparmiarsi le lunghe code di attesa di una volta, avere in anticipo informazioni utili e minimizzare gli spostamenti presso l'ambulatorio sono senz'altro di interesse per tutti, in special modo per gli Over 65. 
Un caso reale di applicazione delle nuove tecnologie al servizio del Paziente lo fornisce il Dott. Paolo Tortorella, Oculista in Roma e Ascoli Piceno. I problemi della vista sono molto diffusi nella terza età: cataratta, maculopatia, glaucoma sono patologie caratteristiche di questa fase della vita e si accompagnano al più generale indebolimento della vista.

Leggi tutto: Medico Oculista... on line!

Gli amici ci aiutano a vivere più a lungo

b0db60e82de0d0a2ac7d89ab3a07b3fb_w300_h300.jpg
0
0
0
s2sdefault

Con l’avanzare dell’età si tende a rinchiudersi in se stessi. Racconta Paola C. anni 65: “Quando devo uscire perchè mi si presenta l’occasione, qualcosa in me tende a farmi stare a casa. Comincio subito a pensare al vestito che mi devo mettere, mi sembra sempre che nulla mi stia bene perchè la mia figura negli ultimi anni si è appesantita e mi vedo quasi goffa. Poi c’è il pensiero di come raggiungere quella mostra che voglio vedere da tanto tempo, perchè è in pieno centro e bisogna spendere per il taxi che ormai è diventato carissimo. Infine, a scoraggiarmi ulteriormente, pioviggina e comincia a fare freddo. Alla fine, molto spesso, rinuncio e resto a casa pensando che in fondo qui sto bene, fa un bel calduccio e magari telefono a mia figlia per fare quattro chiacchiere, tanto per passare il pomeriggio. Certo ci vorrebbe qualche amica ma anche quelle che avevo ormai hanno sempre da fare con mariti in pensione o nipoti piccoli da accudire”.

Leggi tutto: Gli amici ci aiutano a vivere più a lungo

EDITORE

EURONET COMUNICAZIONE s.r.l. Con Amministratore Unico
65 PER RICOMINCIARE - Settimanale online di informazione
Autorizzazione Tribunale di Roma n° 88/2014 del 24/04/2014
Direttore Responsabile – Anita D'Asaro
Copyright © 2017 www.65perricominciare.it
Tutti i diritti riservati

CONTATTI

Viale B. Buozzi 102
00197 Roma (RM) Italia

+39.06.32110096

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

POWERED BY

Open Consulting