Stampa

PASSATINA DI CECE ROSA: UNA RICETTA DI PAOLO ALL' ACQUOLINA

Scritto da Anita D'Asaro. Postato in Attualità

L'Acquolina è da sempre il mio ristorante preferito. Si trova in Toscana sull'antica Via etrusca che collega Firenze ad Arezzo e che oggi si chiama Setteponti, alle pendici del Pratomagno. Creatore, chef e proprietario insieme alla moglie Daniela, è Paolo Tizzanini 54 anni che sul suo sito si definisce Oste Custode della tradizione toscana. Paolo ha cominciato la sua carriera negli anni '80, nella città di Arezzo con una piccola fiaschetteria nella quale venivano serviti salumi locali e primi piatti. Alla fine degli anni '90 nasce L'Acquolina ed è subito un successo: piatti semplici pieni di storia di cui alcuni completamente dimenticati e lontani da una cucina che allora voleva essere innovativa con fantasiose rivisitazioni.

Stampa

IL VIAGGIO COME PONTE TRA LA PARTENZA E L'ARRIVO

Scritto da Sira Sebastianelli. Postato in Salute e benessere

In queste settimane molteplici sono le offerte di viaggio proposte con pubblicità che invitano ad imbarcarsi per mete lontane, senza fare distinzioni tra il viaggio e la meta. La sovrapposizione del viaggio con la meta produce confusione e forse anche comprensione inadeguata di quel percorso intermedio che congiunge la partenza con l’arrivo. Il viaggio è un ponte che presuppone una strada da percorrere guardandosi intorno, che prepara al raggiungimento della meta con i paesaggi che cambiano, insieme, spesso, a lingue e culture che mutano.

Stampa

ELOGIO DEL RIPOSO ESTIVO

Scritto da Beatrice Viola. Postato in Tempo Libero

Per i più fortunati già sono iniziate e per altri stanno per arrivare, comunque il tempo per andare in vacanza è quasi arrivato. Tutti sappiamo che ogni tanto dobbiamo prendere del tempo da dedicare a noi stessi, leggere un bel libro, stare a tavola ben oltre la fine del pasto, una camminata senza meta. Un tempo si poteva contare sulla domenica che era la giornata dedicata all’ozio invece ora anche quel giorno che prima era “riservato” in agenda è pieno di cose da fare e disfare. Alcuni di noi anche durante le vacanze si fanno prendere dalla frenesia di controllare email, messaggi sotto l’ombrellone tra un bagno all’altro fino al momento che il telefono si chiude (finalmente) perché la batteria è totalmente scarica.

Stampa

"PAR TIBI, ROMA, NIHIL"

Scritto da Giovanna Fazzuoli. Postato in Arte

"Par tibi, Roma, nihil" ("Come te, Roma, niente"): così esclamò il vescovo di Tours Hildebert de Lavardin dinanzi alle rovine dell’antica Roma nel 1100 circa. L'esclamazione latina del vescovo è anche il titolo di una mostra in corso tra i resti monumentali del colle Palatino (fino al 18 settembre), a cura di Raffaella Frascarelli, archeologa del vicino oriente antico e Presidente della Nomas Foundation insieme al marito Stefano Sciarretta.

Stampa

GLI APPUNTAMENTI DELLA SETTIMANA

Scritto da Giada Martemucci. Postato in Agenda

Foro di Augusto. 2000 anni dopo di Piero Angela e Paco Lanciano Foro di Augusto dal 22-04-2016 al 30-10-2016 Foro di Augusto 2000 anni dopo. Un viaggio nella storia: torna dal 22 aprile al 30 ottobre 2016 lo spettacolo multimediale con filmati e ricostruzioni che mostreranno i luoghi così come si presentavano all´epoca di Augusto. Si accendono le luci sul Foro di Augusto e prende vita il progetto ´Foro di Augusto. 2000 anni dopo´promosso da Roma Capitale, Gabinetto del Sindaco, Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e prodotto da Zètema Progetto Cultura con l’ideazione e la cura di Piero Angela e Paco Lanciano con la storica collaborazione di Gaetano Capasso.
Info: http://www.romeguide.it/?pag=mostre&lang=it&tmo=&idmos=5785

La Martorana di Palermo: splendido esempio di arte bizantina La chiesa di S. Maria dell’Ammiraglio fu fondata sotto il re Ruggero nel 1143 dall’ ammiraglio Giorgio d’Antiochia, un siriano cristiano-ortodosso, sulle antiche mura della città, vicino ad un monastero basiliano femminile. Ceduta agli inizi del XII secolo al clero greco, divenne successivamente sede della Corte Pretoria di Palermo che vi amministrava attività giurisdizionali e notarili. Qui il Parlamento siciliano nel 1282 offrì la corona al re Pietro d’Aragona durante la guerra del Vespro. Allorché l’edificio venne ceduto nel 1484 alle monache del vicino convento, fondato nel 1193 da Goffredo ed Eloisa Martorana, da cui la chiesa prese poi il nome, esso subì diverse trasformazioni. Le stratificazioni storiche e culturali fanno di questa chiesa un insieme rappresentativo della sfaccettata cultura siciliana.
Info: http://restaurars.altervista.org/la/

Al Museo di Capodimonte riapre la Sezione Contemporanea con opere di decine di artisti Il Museo di Capodimonte torna ad offrire al pubblico uno dei suoi fiori all’occhiello, la Sezione Contemporanea, che riapre con un restyling tutto nuovo. Dopo un periodo di lavori, gli spazi del terzo piano dedicati all’arte contemporanea sono ora accessibili con una card dedicata, mentre l’orario di visita è stato prolungato. A subire gli interventi di manutenzione sono state non solo le sale, ma anche le opere, che torneranno a splendere grazie all’impegno sia di restauratori interni al museo sia di restauratori esterni. La Sezione Contemporanea del Museo di Capodimonte, inaugurata nel 1978, accoglie più di 90 lavori tra sculture, fotografie e installazioni.
Info: http://www.napolike.it/museo-di-capodimonte-riapre-la-sezione-contemporanea