LE DONNE DI PICASSO ALLA GALLERIA DEL CEMBALO DI ROMA

0vatielli.jpg
0
0
0
s2sdefault

Le bellissime foto di Cristina Vatielli sono esposte a Roma alla Galleria del Cembalo, una sede di grande fascino. Siamo infatti all'interno di Palazzo Borghese, in Largo Fontanella Borghese al numero 19; si entra dal cancello che si apre su un grande ninfeo con le magnifiche fontane del Rainaldi e attraversando il giardino, sulla sinistra, alla fine di una breve scalinata, si arriva alla prima delle cinque ampie sale finemente affrescate. In questa splendida cornice troviamo la mostra "Le donne di Picasso" di Cristina Vatielli, fotografa, classe 1983. Olga Khokhlova, Eva Gouel, Fernande Olivier, Marie Thérèse Walter, Dora Maar, Francoise Gilot, Gaby Depeyre, Jacqueline Roque queste le mogli, madri dei suoi figli, amanti, di Pablo Picasso che hanno 'consumato' la loro vita dietro al loro uomo.

Il progetto di Cristina Vatielli è ispirato allo spettacolo teatrale "Loves of Picasso" di Terry D'Alfonso interpretato da Milena Vukotic e Margot Sikabonyl. Dichiara l’autrice: “La scelta dell’autoritratto è stata dettata dalla volontà di immedesimarmi nelle personalità di ciascuna donna che, seppure profondamente diverse tra loro, sono legate dall’amore totalizzante per lo stesso uomo”.
E' come se, scegliendo la forma dell'autoritratto, decidesse di dar voce lei stessa alla loro personalità per indagare la fragilità delle donne che Picasso definì "macchine per soffrire". Le sue foto svelano stati d'animo, dolore vissuto fino a sfiorare la follia e il suicidio in un'atmosfera rarefatta, piena di mistero.
Cristina si appassiona alla storia di Dora Maar, una donna forte, indipendente, intelligente che si sottomette totalmente al pittore fino ad annullarsi e dichiarare: " Dopo Picasso c'è solo Dio". i luoghi delle sue foto sono frutto di un lungo lavoro di ricerca legato all'estrazione sociale delle donne, a volte ripresi da foto d'epoca da scritti e citazioni. Un filo rosso che rappresenta il pittore, lega le otto donne ; rosso come la passionema anche presagio di morte.
Cristina Vatielli vive e lavora a Roma. Collabora dal 2004 con il fotografo Paolo Pellegrin. Dopo essere stata rappresentata dall'Agenzia Prospekt, ora lavora come free lance. I sui lavori si dividono tra reportage di carattere storico sociale e progetti di ricerca personale tra cui un progetto a lungo termine sulla Memoria della Guerra Civile in Spagna. ha collaborato con le maggiori testate italiane e internazionali e ha ricevutomolti  riconoscimenti tra cui l'IPA ( International Photography Awards), il MIFA (Moscow International Photo Awards) e il Sony Awards.

Info sulla mostra: Le donne di Picasso 16 aprile / 18 giugno 2016 Galleria del Cembalo Largo della Fontanella di Borghese, 19 – Roma Tel. 06 83796619 ORARIO da martedì a venerdì: 16.00 - 19.00 sabato: 10.30 - 13.00 e 16.00 - 19.00 da lunedì a venerdì: 10.30 - 13.00, apertura solo su appuntamento

 

Anita D'Asaro 21 GIUGNO 2016

EDITORE

EURONET COMUNICAZIONE s.r.l. Con Amministratore Unico
65 PER RICOMINCIARE - Settimanale online di informazione
Autorizzazione Tribunale di Roma n° 88/2014 del 24/04/2014
Direttore Responsabile – Anita D'Asaro
Copyright © 2017 www.65perricominciare.it
Tutti i diritti riservati

CONTATTI

Viale B. Buozzi 102
00197 Roma (RM) Italia

+39.06.32110096

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

POWERED BY

Open Consulting